In quali casi è sconsigliata l’implantologia?

Patologie sistemiche come ad esempio diabete, osteoporosi e malattie cardiovascolari rappresentano fattori di rischio per il successo della terapia implantare. Tuttavia la letteratura scientifica recente riporta casi di buona salute degli impianti anche in presenza di queste condizioni cliniche.

Parlatene insieme ai nostri medici specialisti presso il nostro studio dentistico a Castelferretti in provincia di Ancona per ottenere una valutazione del vostro caso.

Recenti protocolli hanno inoltre confermato l’efficacia della terapia implantare anche in pazienti che hanno subito chemioterapia e/o radioterapia, purché conclusa da almeno 12 mesi.